BENVENUTI NEL SITO DEL CMG ITALIA

Programma CMG-Italia 2016

Le attività del CMG-Italia previste per il 2016 sono:
•z13 Capacity Planning, Milano e Roma, 15 e 16 Marzo 2016   Agenda
•30° Convegno Annuale CMG-Italia, Milano e Roma, 24 e 25 Maggio 2016 Agenda


Per consentire la più ampia partecipazione possibile entrambe le manifestazioni verranno replicate a Milano e Roma. Sono disponibili il modulo di associazione e il call for papers 2016.

z13 Capacity Planning

Milano e Roma, 15 e 16 Marzo 2016

Il 14 gennaio 2015 IBM ha annunciato la sua nuova generazione di mainframe denominata z13. Gli esperti di Capacity Planning sanno che ogni nuova generazione di mainframe costituisce una difficile sfida alle proprie competenze.
Le macchine z13 aggiungono un nuovo livello di complessità a tale sfida con l'introduzione del SMT (Simultaneous Multi-Threading) che può essere attivato, al momento, solo per zIIP e IFL.
Per supportare SMT, sono state infatti aggiunte nuove importanti metriche che devono essere comprese chiaramente al fine di svolgere una corretta attività di Capacity Planning.
Obiettivo del seminario è discutere questi temi spiegando come utilizzare le metriche disponibili, con particolare riferimento alle misure fornite dai record SMF 113 e a quelle introdotte per il supporto SMT.

30° Convegno Annuale CMG-Italia

Milano e Roma, 24 e 25 Maggio 2016

E’ l’appuntamento più importante dell’anno, l’occasione per incontrare tutti i delegati delle aziende associate e per partecipare ad un evento che più di ogni altro fotografa lo stato dell’IT nelle maggiori aziende italiane.
L’evento di quest’anno focalizza l’attenzione sul seguente tema: “Misura e ottimizzazione delle nuove applicazioni mainframe”
Fino a qualche anno fa le applicazioni mainframe erano essenzialmente basate su transazioni CICS e IMS e su elaborazioni batch che accedevano alla base dati DB2.
L’affermazione del modello client-server ha portato allo sviluppo di applicazioni che sfruttano i servizi DDF del DB2 e MQ.
L’avvento del web e la disponibilità del kernel Unix (USS) e di Java ha poi favorito il porting o lo sviluppo di applicazioni online e batch di tipo non tradizionale. Questa evoluzione appare lontana dal fermarsi e sembra spingere verso una direzione principale: l’utilizzo di Linux per sviluppare soluzioni CAMSS.
Mentre la misura e l’ottimizzazione delle applicazioni tradizionali è ben consolidata, le difficoltà aumentano con quelle basate su DDF e MQ e, ancora di più, per le applicazioni che sfruttano servizi basati su USS, Java e Linux.
Le relazioni, come nella tradizione del CMG-Italia, descriveranno esperienze concrete e metodologie utilizzate nell’ambito dell’attività lavorativa, ponendo l’accento sulla misurazione dei risultati ottenuti e descrivendo i passi metodologici necessari per tali misurazioni.
Il CMG-Italia ringrazia i soci sostenitori per il loro contributo.
Per conoscere i vantaggi offerti ai soci sostenitori scrivi a: segreteria@cmgitalia.org